servizi

CASAFINITA_2L’Istituto è situato in Firenze, nel Quartiere denominato “Campo di Marte”, zona residenziale non lontana dal centro.
È un’area urbana ben raggiunta dai mezzi pubblici, ricca di negozi e centri commerciali, farmacie, ambulatori specialistici e Istituto di analisi. Non mancano poi le iniziative territoriali per chi vuole coltivare interessi culturali, religiosi e di svago.
La struttura è composta da un Pensionato (Residenza Assistita), da un Reparto Protetto (Residenza Sanitaria Assistenziale) e dalla parte Economato adibita ad Amministrazione, Segreteria, Archivio e varie.

Residenza Assistita
La Residenza accoglie le ospiti autosufficienti e si articola su sette piani:
– piano seminterrato, destinato ai locali cucina, dispensa, e ambienti ad uso della Comunità Religiosa;
– piano rialzato, con accesso alla Struttura tramite Portineria, comprendente il Centralino, la Direzione, un salone ricreativo, due salotti e la Cappella;
– quattro piani dove trovano sistemazione le 44 camere singole con servizio interno per le ospiti;
– un piano attico destinato a Palestra di Riabilitazione, locali guardaroba/lavanderia e  terrazzo.

camera1

Una della nostre camere

Le camere si affacciano su ampi corridoi, dove al fondo sono sistemati soggiorni di ritrovo.
Le ospiti sono invitate ad arredare le stanze con mobilio personale e secondo il proprio gusto, al fine di ricreare uno spazio che sia il più possibile in continuità con quello domestico che hanno lasciato, portando anche la biancheria e gli oggetti di casa personali. In mancanza di questo, provvede l’Istituto.
La camera può essere dotata di tutti i servizi accessori personali: televisore, frigorifero, computer, ecc….
Ogni stanza è dotata inoltre di un impianto predisposto per l’istallazione di una linea telefonica personale, se la Ospite lo desidera, con spese a suo carico. È consentito in Struttura anche l’uso del telefono cellulare.
Per la climatizzazione degli ambienti è presente un impianto per l’aria condizionata che dal corridoio raggiunge le singole stanze.
Ad ogni piano è presente una Sala da bagno/doccia strutturata secondo le norme vigenti.
Al piano attico è presente la Palestra di Riabilitazione con gli appositi arredi, dove viene svolta un’attività di ginnastica di mantenimento e massaggio individuale.
Nello stesso piano è presente una piccola libreria dove le ospiti hanno libero accesso e possibilità di sostare per la lettura.
Il terrazzo panoramico, che domina il centro della città e le colline circostanti, completa l’ultimo piano.
Nel cuore di questa prima unità strutturale è presente la Cappella, sempre aperta per chi vuole sostare in preghiera. Ogni giorno viene celebrata la S. Messa e la preghiera pomeridiana comunitaria, nel rispetto della libertà di coscienza delle ospiti.
Al centro delle tre unità strutturali è presente un giardino ben curato dove le ospiti possono sostare, e un parcheggio per i visitatori.

Residenza Sanitaria Assistenziale
Le Ospiti non più in grado di gestirsi autonomamente vengono trasferite, con rispetto e delicatezza e un giusto tempo di preparazione, tenendo conto dei loro bisogni specifici al momento dell’assegnazione della camera, in una struttura a sé stante, dove sono assistite con i criteri di una moderna RSA (Residenza Sanitaria Assistenziale), e accompagnate fino al momento del decesso. Tutti gli’ambienti sono stati improntati secondo le vigenti disposizioni legislative in materia sanitaria.
L’assistenza medica è assicurata dal S.S.N. tramite Medico di base convenzionato, con visite programmate e reperibilità nelle ore diurne. L’assistenza infermieristica è svolta da Religiosa in possesso del diploma di Infermiera Professionale, sempre presente all’interno della Struttura.

assisisti

Una camera della Residenza Assistita

Essa, oltre alle mansioni giornaliere previste dai vari protocolli, svolge un’attenta e continua osservazione e monitoraggio delle ospiti di entrambi i reparti, segnalando al Medico di base eventuali patologie, tenendosi in contatto con lui ogni qualvolta se ne presenti la necessità. Garantisce, inoltre, una fattiva collaborazione con tutti gli operatori addetti alla cura della persona per soddisfarne globalmente i bisogni.
L’Animatrice svolge un programma di attività ricreative e formative tese al miglioramento della qualità della vita e con lo scopo di stimolare la vivacità e  mantenere l’attenzione delle ospiti. In particolare per le ospiti non autosufficienti sono predisposte, nell’ambito delle ore previste dalle Convenzioni ASL , le seguenti attività: attività sociali e cognitive, giochi di società ludico-ricreativi, giochi per lo stimolo della memoria, esercizi per favorire la motorietà, canto e ascolto di musica, preghiera e animazione liturgica, momenti di festa in occasione di ricorrenze particolari, attività manuali, letture comunitarie e condivisione, ginnastica dolce e altre attività espressive.  I materiali e le attrezzature utilizzate dall’animatrice nello svolgimento di tali attività è conservato nel salone per l’animazione.
Il Fisioterapista svolge un’attività di riabilitazione individuale mirata alle singole ospiti in caso di patologie particolari, e di gruppo, con lo scopo di recuperare o conservare il più a lungo possibile i movimenti tipici e abitudinari della vita quotidiana. L’ambiente Protetto, data la sua particolare importanza nel contesto della missione di amore verso l’ammalato, icona di Gesù sofferente, è posto al centro  delle più squisite attenzioni.

Ammissione
L’iter di ammissione nella Struttura si articola in diverse fasi, distinguendole a seconda se trattasi di ammissione alla Residenza Assistita o alla Residenza Sanitaria Assistenziale, e se trattasi di ammissioni private o con il contributo dell’Ente Pubblico. Esse pertanto si distinguono in ammissioni convenzionate e ammissioni private. In entrambi i casi, al momento dell’ingresso, verranno consegnati alla Ospite o ai suoi familiari, la Carta dei Servizi e il Regolamento Interno.

Trattasi di un accordo tra l’Istituto e gli Enti pubblici (Comune di Firenze, Azienda Sanitaria di Firenze, Comuni limitrofi ed eventuali altre ASL) al fine di favorire l’inserimento di ospiti che necessitano di un aiuto economico. La valutazione dei singoli casi avviene a cura dell’Ente pubblico stesso, in base a criteri stabiliti dalle norme. Nel caso di Ammissione con supposta contribuzione da parte dell’Ente pubblico, è necessario che l’ospite, o chi per esso, prenda contatto direttamente con l’Ente per il rilascio dell’Impegnativa di ricovero, che avverrà al momento dell’ingresso. L’interessato (o un suo familiare) che desidera prendere contatto con l’Istituto dovrà fissare un appuntamento con la Responsabile, la quale darà tutte le informazioni sulla Struttura e sui servizi offerti, con possibilità di visitare l’ambiente.

Per le ammissioni private, l’iter è  più semplice, viene superata la fase di contrattazione con l’Ente e gli accordi economici e il relativo contratto vengono presi e concordati direttamente con l’ospite o con i familiari. In entrambi i casi, per ciascuna ospite viene predisposta apposita cartella personale, completa di ogni dato anagrafico e sanitario. L’accesso alla cartella è consentito esclusivamente all’ospite, al personale medico e infermieristico, alla Direzione e tutti i dati in essa contenuti sono adeguatamente trattati ai fini della tutela della privacy. L’ospite che non avesse nessun familiare è seguita e supportata dall’Istituto in base alle necessità che si presentano.

Carta dei Servizi